Cerca nel sito

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeSocietàPoste: accordo con Guardia di Finanza per legalità e trasparenza

Poste: accordo con Guardia di Finanza per legalità e trasparenza In evidenza

Pubblicato in Società
07 Dicembre 2017 di Redazione Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)
Contrasto all'evasione, all'elusione e alle frodi fiscali, contrasto agli illeciti in materia di spesa pubblica; contrasto alla criminalita' economica e finanziaria, al riciclaggio, alla falsificazione e alle frodi concernenti i sistemi di pagamento attraverso la condivisione del patrimonio informatico di Poste Italiane. Questi sono i principi cardine del Protocollo di intesa che Matteo Del Fante, Ad di Poste Italiane e Giorgio Toschi, comandante generale della Guardia di Finanza, hanno firmato oggi. "La grande sinergia, che dura da oltre un secolo, con la Guardia di Finanza - ha dichiarato Del Fante - rappresenta un motivo di orgoglio, siamo sempre piu' determinati nella lotta alla illegalita' e continuiamo a lavorare per garantire la qualita' e la trasparenza del lavoro del nostro Gruppo e dare ancora una volta un contributo concreto allo sviluppo del Paese. Sono giornate molto importanti per la nostra Azienda, solo pochi giorni fa abbiamo siglato con tutte le Organizzazioni sindacali il rinnovo del contratto collettivo di lavoro, un traguardo importante per la difesa dei diritti dei lavoratori, apprezzato dalle sigle sindacali. Questo accordo ci permette anche di proseguire nel consolidamento della leadership nella logistica grazie alla crescita dell'e-commerce". "Questa giornata e' molto importante per il Gruppo Poste Italiane - ha dichiarato Giuseppe Lasco, direttore della divisione Corporate Affairs di Poste - perche' queste iniziative, il Protocollo con la Guardia di Finanza e il lancio del portale Contratti Aperti e Trasparenti, contribuiscono ad accrescere in tutta la filiera economica del nostro Gruppo, la cultura della legalita'".

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Impresa beneficiaria per questa testata dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche ed integrazioni