Cerca nel sito

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeEuropaUe: Juncker "Recuperare ritardo su ricerca e innovazione"

Ue: Juncker "Recuperare ritardo su ricerca e innovazione" In evidenza

Pubblicato in Europa
11 Maggio 2018 di Redazione Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)
"Senza determinazione e passione in Ue non si può fare nulla, per rendere l'Europa un progetto riuscito c'è bisogno di ambizione, passione, determinazione e pazienza". Lo ha detto il presidente della Commissione europea Jean Claude Juncker intervenendo a "The State of the Union" in corso a Firenze. "Siamo in ritardo rispetto alla ricerca e all'innovazione - ha proseguito Juncker -. Dobbiamo recuperare il deficit accumulato in materia di ricerca, malgrado gli sforzi profusi questi non sono stati sufficienti: abbiamo aumentato del 50% il budget a cento miliardi. Lo facciamo perché vogliamo preparare la solidarietà per le generazioni future, perché se non potranno avvalersi dei risultati della ricerca europea avremo fallito". "Al presidente del Parlamento europeo dico: vorrei adottare il budget prima delle elezioni dell'anno prossimo - ha detto ancora Juncker -. Alla vigilia delle ultime elezioni europee i programmi esecutivi non erano pronti. Se non saremo in grado di lanciare le nostre politiche ci saranno cinquecentomila giovani in meno a partecipare ai programmi Erasmus e ci sara' la perdita di settemila posti per i ricercatori. Per questo dovremmo decidere prima delle elezioni europee". "Alcuni non amano questa idea, perché richiederà una analisi e un rendere conto anche di fronte agli elettori di un certo risultato finanziario - ha concluso il presidente della Commissione europea -. A volte le elezioni vengono vissute quasi come momento difficile, quasi sembra di non poter dire quel che si fa, in questo caso le persone saranno costrette a dire cosa fare nei prossimi anni".

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Testata beneficiaria dei contributi di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250 e dal decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70. Contributo incassato per l’anno 2016: Euro 916.960,30