Cerca nel sito

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeEuropaUe, Italia cresce, fuori Eurozona no praterie inesplorate

Ue, Italia cresce, fuori Eurozona no praterie inesplorate In evidenza

Pubblicato in Europa
21 Novembre 2017 di Redazione Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)
"L'Italia puo' dimostrare di essere al passo con l'innovazione che c'e' a livello internazionale. Oggi il contesto economico e' piu favorevole, ma non vuol dire rassicurante e che ci autorizza a immaginare una cosa diversa da quella che e', ma in Italia e' tornata la crescita economica, con un +1,8% che e' importante perche' e' il doppio dele previsioni fatte un anno fa". Cosi' il premier Paolo GENTILONI, nel suo intervento all'Assemblea dell'Associazione Industriali di Novara, Confindustria Alessandria e Confindustria Vercelli Valsesia. "Forse non siamo ancora nel gruppo di testa del'Eurozona e forse per certi versi e' complicato esserci, ma sicuramente siamo dei campioni del salto in alto delle previsioni economiche e possiamo contare su un recupero di lavoro consistente che si era perso nel periodo della crisi e sicuramente siamo con le carte in regole per la riduzione del deficit", ha aggiunto. "Non siamo piu' il fanalino di coda, ci sono altri che crescono meno e fra questi un grande Paese che ha deciso di uscire dall'Ue e forse fra queste due cose c'e' un collegamento e lo dico a chi accarezzasse con un certa facilita' l'idea che fuori dall'eurozona e dal mercato unico ci siano delle praterie inesplorate", ha sottolineato il premier.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Impresa beneficiaria per questa testata dei contributi di cui alla legge n. 250/90 e successive modifiche ed integrazioni