Cerca nel sito

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeEconomiaFisco; il sottosegretario Castelli al forum dei commercialisti sulle “novità fiscali 2019”

Fisco; il sottosegretario Castelli al forum dei commercialisti sulle “novità fiscali 2019” In evidenza

Pubblicato in Economia
05 Febbraio 2019 di Redazione Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)
NAPOLI – Laura Castelli, sottosegretario all’Economia, interverrà al forum sulle “Novità Fiscali 2019”, promosso dall’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Napoli, presieduto da Vincenzo Moretta, che si terrà a Napoli giovedì 7 febbraio 2019 dalle ore 9,00, nell’aula magna del Centro congressi “Federico II” (Via Partenope, 36). “Dopo settimane di concertazione tra il governo italiano e l’Unione Europea - sottolinea Moretta -, ecco ‘nero su bianco’ tutti i provvedimenti contenuti nella Manovra finanziaria 2019 accompagnata da un decreto fiscale che ha registrato tra scontri e rinvii un lungo braccio di ferro anche all’interno della maggioranza di governo sulle tematiche più calde”. “Criticità e punti di forza della legge di bilancio saranno al centro del dibattito con approfondimenti molto dettagliati sulla fatturazione elettronica, l’argomento più ‘caldo’ di tutti, che ha sfaccettature sia tecniche che organizzative (con ricadute nella gestione digitale degli studi professionali per non incorrere nell’espulsione dal mercato del lavoro), la possibilità per le imprese, anche in contabilità semplificata, di riportare in avanti le perdite. Vera novità - ha aggiunto il numero uno dei commercialisti partenopei -, poiché sino all’anno scorso e storicamente ciò non è mai stato consentito”. Secondo Francesca Giglio, presidente della commissione Imposte dirette e indirette dell’Odcec di Napoli è “positivo il tentativo di rimettere in ‘gioco’ i contribuenti che hanno ricevuto avvisi di accertamento e cartelle esattoriali e che non sono riusciti a completare l’iter previsto dalla ‘rottamazione 1 e 2’, attraverso la ‘pace fiscale’, un provvedimento composto da nove misure tutte diverse tra di loro”. “Mi lascia perplessa, invece, l’estensione del regime forfettario anche a soggetti economici di medie dimensioni che hanno redditi significativi, ossia coloro i quali in un anno hanno incassato meno di 65mila euro, poiché - osserva Giglio - sebbene la cosiddetta ‘flat tax’ per le partite Iva (o meglio, il nuovo regime forfettario) rappresenti un’apertura verso i contribuenti, tassandoli in maniera fissa con il 15%, potrebbe generare un nuovo ‘grosso giro di nero’ nel Paese”. All’incontro introdotto da Virgilio Pomponi (generale di divisione Comando Regionale Campania Napoli Guardia di Finanza), Salvatore Cortese (capo settore controlli direzione regionale Agenzia delle Entrate della Campania), Maurizio Montemagno (direttore interregionale per la Campania e la Calabria Agenzia delle Dogane), interverranno Dario Marano (tenente colonnello Comando Regionale Campania Napoli Guardia di Finanza), Salvatore Giordano (presidente dell’Odcec di Salerno), Paola Coppola (professore associato di diritto tributario dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”), Antonio Gigliotti (direttore Fiscal Focus), Pasquale Saggese (Fondazione Nazionale Commercialisti), Salvatore Rossitto (funzionario Agenzia delle Dogane di Napoli 2), Maurizio Leo (docente Scuola Centrale Tributaria). Le tavole rotonde saranno moderate da Immacolata Vasaturo (consigliere delegato Odcec di Napoli) e Claudio Turi (commissione imposte dirette e imposte indirette). La conclusione dei lavori sarà affidata a Raffaele Fiume (professore Ordinario di Economia Aziendale Università degli studi di Napoli Parthenope.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Testata beneficiaria dei contributi di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250 e dal decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70. Contributo incassato per l’anno 2016: Euro 916.960,30