Cerca nel sito

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeEconomiaLa manovra e l’Europa

La manovra e l’Europa In evidenza

Pubblicato in Economia
17 Ottobre 2018 di Antonio Falconio Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)
Nel rapporto con l’UE, dopo l’approvazione della manovra finanziaria, siamo appena alla pretattica, nell’attesa che si apra la fase del confronto vero e proprio con le autorità comunitarie. Nella guerra delle parole,eccelle anche il Presidente della Commissione europea Junker, peraltro prossimi entrambi a scadere, che non lesina giudizi trancianti sul documento finanziario, rintuzzati con eguale determinazione da esponenti della maggioranza. A Junker, il cui partito ha rischiato la debacle nelle recenti elezioni in Lussemburgo, come ad altri suoi colleghi, sfugge forse come il declino o la disfatta delle forze moderate in Europa siano direttamente collegabili sia alle sofferenze sociali determinate da un’ostinata pratica delle politiche di austerità, sia soprattutto all’accantonamento di ogni riferimento ideale sul destino di un’Europa, per la quale si sono volute cancellare le tracce indelebili di una sua storia così legata all’ispirazione e alla tradizione cristiana. E’stato proprio l’inadirimento delle fonti ideali e l’ipervalutazione di un pragmatismo mercantile a spegnere o umiliare il sentimento europeistico tanto forte in passato e a ridare spazio alle identità nazionali e alle rivendicazioni connesse di sovranità. Se questa riflessione potesse essere condivisa ben altra dovrebbe essere la lettura del documento italiano con le sue novità e con le sue contraddizioni, e del tutto diversa dall’attuale dovrebbe essere l’iniziativa delle forze moderate e riformiste ancora prigioniere di uno schema superato di lettura della realtà.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Testata beneficiaria dei contributi di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250 e dal decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70. Contributo incassato per l’anno 2016: Euro 916.960,30