Cerca nel sito

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeEconomiaLavoro: a novembre ok occupazione micro-piccole imprese e artigianato

Lavoro: a novembre ok occupazione micro-piccole imprese e artigianato In evidenza

Pubblicato in Economia
11 Gennaio 2018 di Redazione Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)
Prosegue il ritmo di crescita dell'occupazione nelle imprese italiane artigiane, micro e piccole registrato nello scorso novembre. Lo rende noto l'Osservatorio mercato del lavoro Cna. Al Gr1 economia, il direttore divisione economia, Claudio Giovine, conferma che a novembre l'aumento degli occupati in questo campione e' risultato pari al 10,3% rispetto a dicembre 2014, alla vigilia cioe' dell'entrata in vigore delle riforme del mercato del lavoro. Rispetto a novembre 2016 l'incremento e' stato del 3,5% grazie al +0,4% su ottobre. Un dato che ha portato il livello ai massimi del triennio in esame, verificati prima dell'estate, stagione tradizionalmente riflessiva sul fronte occupazionale. Una ripresa che, di fatto, conferma il ciclo colto dall'Osservatorio Cna negli anni precedenti. L'ampliamento della base occupazionale tra novembre 2016 e novembre 2017 e' frutto della crescita a doppia cifra registrata da tutte le tipologie di contratto temporaneo: +67,9% il lavoro intermittente, +40,7% il tempo determinato, +23,4% l'apprendistato. Viceversa, e' diminuito del 7,4% il numero dei lavoratori con rapporti a tempo indeterminato. Dall'analisi emerge che in un anno e' cresciuto maggiormente il numero di dipendenti donne (+4,6%) rispetto agli uomini (+2,8%). A novembre i neo-assunti sono risultati pari al 2,5% del totale degli occupati segnando un aumento del 7,8% nell'arco dell'ultimo anno. Le cessazioni hanno riguardato, invece, il 2,1% della forza lavoro marcando una crescita del 27,2% su novembre 2016, quando avevano toccato l'1,7% della base occupazionale. A novembre rispetto allo stesso mese del 2016 sono cresciute del 27,2% le cessazioni che hanno riguardato soprattutto il lavoro intermittente (+93,2%) e il tempo indeterminato (+31,1%). Quest'ultimo pero', ha spiegato Giovine, al termine del periodo di sgravi, e' destinato a crescere.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Testata beneficiaria dei contributi di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250 e dal decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70. Contributo incassato per l’anno 2016: Euro 916.960,30