Cerca nel sito

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeCulturaMassimo Sarti nuovo direttore Istituto Italiano di Cultura

Massimo Sarti nuovo direttore Istituto Italiano di Cultura In evidenza

Pubblicato in Cultura
07 Agosto 2018 di Redazione Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)
Massimo Sarti e' il nuovo direttore dell'Istituto Italiano di Cultura a Malta. L'Ambasciata d'Italia gli da' il benvenuto: "a lui - si legge in una nota - vanno i nostri migliori auguri di buon lavoro e buona permanenza a Malta". Qui di seguito un suo messaggio: "Uno degli obiettivi principali che il nuovo direttore si prefigge in questa fase iniziale del suo insediamento, e' stabilire contatti con istituzioni, enti e personalita' del mondo culturale e scientifico maltese per favorire una sempre maggiore conoscenza della cultura e della scienza italiana nella Repubblica di Malta. A tal fine, l'Istituto Italiano di Cultura, proseguira' a progettare ed organizzare iniziative culturali in collaborazione con le istituzioni maltesi, da tenersi sia nella prestigiosa sede di Piazza San Giorgio a Valletta, sia negli spazi accademici, museali e performativi locali. Particolare attenzione sara' rivolta a promuovere l'immagine dell'Italia contemporanea, insieme a quella piu' consolidata legata alla tradizione, con scelte programmatiche in linea con le priorita' individuate dal Ministero degli Affari Esteri e coerenti con la strategia culturale dell'Ambasciata d'Italia. Una parte importante, sara' dedicata alla promozione della lingua italiana in stretto contatto con le istituzioni e con il sistema scolastico ed universitario locale. L'Istituto continuera' ovviamente ad essere un punto di riferimento nel fornire informazioni sulla vita culturale italiana e nel contribuire all'orientamento dei maltesi interessati a studiare in Italia. Assicurera' inoltre collaborazione a studiosi e studenti italiani nella loro attivita' di ricerca e di studio a Malta".

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Testata beneficiaria dei contributi di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250 e dal decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70. Contributo incassato per l’anno 2016: Euro 916.960,30