Sei qui: Home

Borghi italiani: una scommessa tutta da giocare

Pubblicato in Attualità
04 Giugno 2017 di Redazione Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)

La scommessa dei borghi italiani è tutta da giocare. Perché a saperle cogliere, per lo sviluppo del Paese, le potenzialità di questi territori sono molte e consistenti. Se solo un quarto delle superfici coltivate abbandonate negli ultimi 20 anni fosse riutilizzato in modo innovativo, per esempio, avremmo 125mila nuove aziende agricole (di 12 ettari ognuna). Oppure se i posti letto dei comuni fino a 5.000 abitanti fossero utilizzati secondo la media nazionale (21,9% invece dell’attuale 18,2%), il fatturato indotto del turismo sarebbe di 1,84 miliardi di euro, con l’attivazione di circa 33.400 unità di lavoro. Di piccoli comuni, innovazione sociale ed economia del paese si è parlato questa mattina presso il ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo.

Gentile utente per accedere a questo contenuto riservato devi essere abbonato. Clicca qui per abbonarti o effettua il login dalla home page se sei abbonato

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Testata beneficiaria dei contributi di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250 e dal decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70. Contributo incassato per l’anno 2016: Euro 916.960,30