Cerca nel sito

Sei qui: HomeAttualitàFastweb: digital trasformation al servizio del sistema giudiziario

Fastweb: digital trasformation al servizio del sistema giudiziario In evidenza

Pubblicato in Attualità
15 Maggio 2018 di Redazione Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)
Fastweb prende parte al Salone della Giustizia che si apre oggi a Roma. Nell'ambito della manifestazione, partecipera' giovedi' al dibattito "Magistratura e Media" sul delicato rapporto fra le attivita' della magistratura e i mezzi di comunicazione con un intervento dedicato agli impatti in termini di efficienza, sicurezza e vantaggi per i cittadini derivanti dal processo di digitalizzazione della Pubblica Amministrazione. Per il ministero dell'Interno, in particolare, il nuovo contratto per la fornitura e gestione dei braccialetti elettronici - che Fastweb si e' aggiudicata - introduce importanti novita' nel controllo delle persone sottoposte a provvedimento restrittivo. Il progetto prevede, infatti, l'attivazione di 1.000 braccialetti elettronici al mese, consentendo una rilevante estensione dell'utilizzo di questo strumento. Fastweb provvedera' a fornire l'intera infrastruttura per il collegamento e il controllo a distanza dei dispositivi. Il nuovo contratto prevede, inoltre, la possibilita' di utilizzare il braccialetto anche in funzione anti-stalking. Sempre nell'ottica di accelerare il processo di digital trasformation, il ministero della Giustizia ha affidato a Fastweb, in convenzione Consip, la realizzazione di una soluzione di videosorveglianza e videoanalisi evoluta per il potenziamento della sicurezza dei tribunali italiani. "Fastweb, che e' sempre stata leader per innovazione, e' un partner tecnologico consolidato della Pubblica Amministrazione affiancandola nel suo percorso di digital trasformation", sottolinea Massimo Mancini, Chief Enterprise Officer di Fastweb. "Oltre alla connettivita' a banda ultralarga performante ed affidabile mettiamo a disposizione dell'amministrazione la nuova generazione di braccialetti elettronici, sistemi di videosorveglianza evoluti e soluzioni cloud di ultima generazione per la digitalizzazione di dati e documenti in grado di abilitare con il massimo livello di sicurezza il percorso di dematerializzazione, che rappresenta un passaggio critico per un sistema giudiziario moderno ed efficiente".

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Testata beneficiaria dei contributi di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250 e dal decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70. Contributo incassato per l’anno 2016: Euro 916.960,30