Cerca nel sito

 

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeAmbienteRifiuti: Parisi chiama Zingaretti per incontro su Lazio Ambiente

Rifiuti: Parisi chiama Zingaretti per incontro su Lazio Ambiente In evidenza

Pubblicato in Ambiente
12 Aprile 2018 di Redazione Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)
"Il Lazio deve dotarsi quanto prima di un piano dei rifiuti e dare sicurezza ai lavoratori di Lazio Ambiente. L'azienda della regione Lazio che gestisce l'impianto e fornisce servizi ecologici ai comuni della valle, è in crisi proprio per la mancanza di certezze sul proprio futuro operativo. Non si tratta solo degli stipendi di 350 lavoratori, ma di tornare a fare politica e assumere decisioni per risolvere i problemi del territorio. Ieri in Consiglio Regionale abbiamo chiesto a Zingaretti di dare discontinuità all'operato degli scorsi cinque anni per poter individuare una discussione punto su punto per far tornare il Lazio una terra della quale essere orgogliosi. L'avvicinarsi di una intesa tra la sinistra e i cinquestelle, però, ci allontana da ogni soluzione ragionevole sulla chiusura del ciclo dei rifiuti e per il futuro di una azienda delle Regione. Ho chiamato il presidente Zingaretti e gli ho chiesto di incontrare insieme i dipendenti di Lazio Ambiente e fare chiarezza sul loro futuro. Lui ha risposto affermativamente. Sarà un momento di verità nel quale le posizioni politiche saranno finalmente chiarite. Un primo passo per risolvere i problemi". Lo dice in una nota Stefano Parisi, consigliere regionale del Lazio, dopo un incontro con Carla Lucci della Uil, Caporossi Alessandro della Uiltec, Alberto Talone della Filctem Cgil, delegati sindacali di Lazio Ambiente.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Testata beneficiaria dei contributi di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250 e dal decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70. Contributo incassato per l’anno 2016: Euro 916.960,30