Cerca nel sito

Seguici su Facebook!

Sei qui: HomeAmbienteSan Valentino, Coldiretti: «30% regala fiori, ma 1 su 2 niente»

San Valentino, Coldiretti: «30% regala fiori, ma 1 su 2 niente» In evidenza

Pubblicato in Ambiente
12 Febbraio 2018 di Redazione Commenta per primo!
Vota questo articolo
(0 Voti)
Quasi un italiano su tre (30%) regala un mazzo di rose rosse o altri fiori, che si confermano l'omaggio preferito per San Valentino. E' quanto emerge dalla rilevazione condotta dal sito www.coldiretti.it divulgata in occasione della giornata dedicata alla festa degli innamorati con i tutor per far conoscerne il linguaggio dei fiori e l'esposizione guidata nel mercato di "Campagna Amica" al Circo Massimo in via San Teodoro 74 a Roma. Quasi la meta' (45%) delle persone per l'appuntamento del 14 febbraio ha deciso di non regalare niente, o almeno nulla di materiale mentre tra gli altri doni, troviamo - sottolinea la Coldiretti - cioccolatini o altri dolciumi (15%), gioielli o altri oggetti di valore (8%) mentre solo il 2% punta su un vestito o un altro capo di abbigliamento. Anche sotto la spinta dell'effetto Sanremo tonato finalmente ad essere il Festival dei fiori, l'omaggio floreale si conferma quindi simbolo della festa degli innamorati ma rischia di essere fonte di equivoci se non se ne conosce il linguaggio. "Il mazzo di rose infatti deve essere sempre composto in numero dispari di fiori che nei loro colori possono comunicare sensazioni differenti. Se le rose rosse significano passione ardente, quelle bianche - spiega la Coldiretti - testimoniano l'amore puro e spirituale mentre il color corallo rivela il desiderio. Ancora la rosa muschiata significa bellezza capricciosa, il color pesca palesa un amore segreto, l'arancio esprime fascino, il rosa amicizia, affetto e gratitudine".

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

La Discussione - registrazione Tribunale di Roma n. 3628 del 15/12/1953 - C.F. / n. 13130691002
Testata beneficiaria dei contributi di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250 e dal decreto legislativo 15 maggio 2017, n. 70. Contributo incassato per l’anno 2016: Euro 916.960,30